Nove perfetti sconosciuti Book Cover Nove perfetti sconosciuti
Liane Moriarty
Romanzo
Mondadori
16 luglio 2019
kindle, cartaceo
455

Nove persone si riuniscono a Tranquillum House, una remota località termale australiana che promette di cambiare la vita dei suoi ospiti in soli dieci giorni. Alcuni sono arrivati per perdere peso, altri per provare a migliorare la propria vita, altri ancora per motivi che non possono ammettere nemmeno con se stessi. Il programma è fatto di lusso e coccole, meditazione, yoga e la conquista di una nuova consapevolezza. Ma nessuno dei presenti può lontanamente immaginare quanto saranno difficili i prossimi dieci giorni, e come una vacanza all'insegna del benessere possa trasformarsi in qualcosa di molto diverso. Frances Welty, scrittrice di romanzi rosa, arriva al resort per curare il mal di schiena, il suo cuore infranto e un inesorabile declino delle vendite dei suoi libri. È subito incuriosita dagli altri ospiti, la maggior parte dei quali non sembra affatto aver bisogno di cure. Ma la persona che la intriga di più è Masha, la strana e carismatica proprietaria e direttrice di Tranquillum House. Questa donna potrebbe davvero avere le risposte che Frances sta cercando? E Frances dovrebbe lasciarsi coinvolgere e accettare tutto quello che il resort sta di fatto imponendo? Non passa molto tempo, infatti, prima che tutti gli ospiti si pongano esattamente la stessa domanda e la situazione diventi sempre più inquietante.

Nove perfetti sconosciuti” di Liane Moriarty, un romanzo corale dalla trama intrigante, ironica, intrecciata al tempo stesso con tematiche di una certa rilevanza, psicologica e filosofica

Caro iCrewer, eccomi oggi a parlarti di “Nove perfetti sconosciuti“, un titolo che mi ha fin da subito incuriosito, sia per la particolarità della trama sia per la cover, che mi ha colpito per la sua semplicità ma soprattutto per la grafica del titolo, con quell’increspatura delle lettere che trasmettono un lieve senso di inquietudine, di sospetto, che ti fa cominciare a leggere per scoprire se sia tutto frutto della tua immaginazione o un ottimo lavoro di comunicazione.

L’autrice, con una scrittura fluida, brillante e precisa, ci presenta uno ad uno i nove personaggi e le loro rispettive nove situazioni differenti, a partire da quella che potrebbe essere definita se non la protagonista principale l’ospite prima che ci apre le porte della sua vita e di Tranquillum House: si tratta di Frances, scrittrice di romanzi rosa decisa a non farsi prendere dal panico mentre tutto intorno sembra scivolarle dalle mani, a partire dalla carriera, dalla sua giovinezza e dai rapporti con l’altro sesso, arrivati al culmine del disastroso. Pur essendovi altre numerose comparse, non si fa fatica a conoscerle e ad immaginarle, entrando subito in empatia con ognuna di loro.

Mentre la trama avanza, entriamo sempre più nelle vicissitudini dei personaggi, nelle loro debolezze, guardiamo le loro maschere che ad una ad una Masha (la proprietaria/coach di Tranquillum House) fa cadere come pelle morta, raschiata via da trattamenti specifici, olii profumati, smoothie rinfrescanti e tante, tante coccole.

“Cara Carmel, sebbene in questo momento il tuo programma preveda una finestra di tempo libero, ti chiediamo di recarti subito alla Spa per il Trattamento Viso Deluxe “Rigenera e Ringiovanisce”, un’esclusiva di Tranquillum House. Il trattamento dura novanta minuti e finirà appena prima di cena. La tua consulente beauty ti aspetta. Masha.” P.s. Yao è il tuo consulente benessere, ma voglio che tu sappia che anche io farò tutto ciò che è in mio potere per aiutarti a trovare la salute, la guarigione e la felicità che desideri e che meriti.”

Fu in  quel momento che Carmel schneider si diede a masha con lo stesso voluttuoso abbandono con cui un tempo le novizie si affidavano a dio

Insomma, chi non cederebbe a tanto interesse? Soprattutto se si è mamme “scontate” e abbandonate dal marito per una prorompente ventenne, o se si è state appena truffate da un conquistatore virtuale, o se si sta invecchiando e il proprio corpo non riesce a gratificarti come un tempo, o se addirittura nonostante gioventù e tanti bei soldi non si riesce a ricevere l’amore del partner. Oppure, come succede all’unico nucleo familiare presente nella struttura, se si deve dimenticare la morte di un figlio. Masha riesce a conquistare tutti i suoi clienti, ad ammaliare i suoi collaboratori, e tutto sembra andare per il meglio: si riaccende la speranza per i cuori infranti e si prospettano nuove visioni e consapevolezze da portarsi a casa dopo la fine del soggiorno.

Ma… arriva il “ma”, e di conseguenza la parte “thrilleriana” della situazione: non è tutto oro quel che luccica, e a poco a poco ogni ospite comincia a sentire quel formicolio allo stomaco (che non è dato solamente dai digiuni/benessere programmati) quel tarlo di sospetto che non si sa mai se alimentare o scacciare come insetto fastidioso…. E qui debbo fermarmi poiché rovinerei la lettura, ma posso assicurare che non mancheranno colpi di scena, momenti ironici e momenti tragici, momenti psichedelici e momenti felici.

Si arriva in fondo alla storia divertiti, intrigati, ma anche un po’ più consapevoli per quanto riguarda alcuni aspetti della nostra caotica esistenza, e il finale si gusta con soddisfazione.

L’altro giorno una cliente in libreria mi chiese “un libro dove quando arrivi in fondo ti sei affezionato ai personaggi” e mi rammarico del fatto che ancora non avessi finito questa lettura perché gliela avrei vivamente consigliata. Suggerimento che rinnovo anche a te, caro iCrewer, se hai voglia di viverti nove romanzi in uno, magari mentre sei a bordo piscina in totale relax e con accanto uno smoothie tutto colore e salute….

Lascia un commento!

avatar
  Subscribe  
Notificami