Malleus Maleficarum

Una garanzia poco rassicurante: “Quelli che condanniamo non sono innocenti… Dio non lo permetterebbe”. ...e una soluzione infallibile: "Pertanto nel loro caso i rimedi da utilizzare sono quelli esposti nella Terza Parte di questo lavoro, dove si tratta dello sterminio delle streghe da parte del braccio secolare della legge". Il Malleus maleficarum (martello delle streghe) è la guida irrinunciabile dei frati inquisitori. Scritto dal frate domenicano Heinrich Kramer con la collaborazione del confratello Jacob Sprenger, fu pubblicato nel 1487 allo scopo di reprimere in Germania l'eresia, il paganesimo e la stregoneria. Il testo esamina la casistica delle stregonerie, suggerisce rimedi, guida gli interrogatori, commina le pene. "Ora la malvagità delle donne è descritta in Ecclesiasticus xxv: Non c'è testa sopra la testa di un serpente, e non c'è ira sopra l'ira di una donna. Preferisco abitare con un leone e un drago che stare a casa con una donna malvagia. E tra il molto che in quel luogo precede e segue sulle donne malvagie, conclude: Ogni malvagità è poco per la malvagità di una donna. Perciò S. Giovanni Crisostomo dice nel testo: Non è bene sposarsi (S. Matteo xix): Che altro è la donna se non una nemica dell'amicizia, un castigo inevitabile, un male necessario, una tentazione naturale, una calamità desiderabile, una pericolo domestico, un dilettevole danno, un male della natura, dipinto con bei colori! Quindi, se è un peccato divorziare da lei quando dovrebbe essere conservata, è davvero una tortura necessaria; poiché o commettiamo adulterio divorziando da lei, o dobbiamo sopportare lotte quotidiane. Cicerone nel suo secondo libro della Retorica dice: Le molte concupiscenze degli uomini li conducono in un solo peccato, ma la concupiscenza delle donne li conduce a tutti i peccati; perché la radice di tutti i vizi della donna è l'avarizia. E Seneca dice nelle sue Tragedie: Una donna o ama o odia; non c'è la terza possibilità. E le lacrime di donna sono un inganno, perché possono scaturire dal vero dolore, o possono essere una trappola. Quando una donna pensa da sola, pensa male." ...E che pensare poi di quelle streghe che in questo modo talvolta raccolgono organi maschili in gran numero, fino a venti o trenta membra insieme, e li mettono in un nido d'uccello, o li rinchiudono in una cassa, dove si muovono come membra vive, e mangiano avena e mais, come è stato visto da molti ed è cosa di comune cronaca? Va detto che è tutto opera del diavolo e dell'illusione, perché i sensi di coloro che li vedono sono illusi nel modo che abbiamo detto. Racconta infatti un certo uomo che, quando aveva perso il membro, si era avvicinato a una nota strega per chiederle di restituirglielo. Disse all'afflitto di arrampicarsi su un certo albero, e che avrebbe potuto prendere ciò che gli piaceva dal nido in cui c'erano diversi membri. E quando cercò di prenderne uno grosso, la strega disse: Non devi prendere quello; aggiungendo, perché appartiene a un parroco... ...Domanda IX Se le Streghe possono operare qualche Illusione prestidigitatoria in modo che l'Organo Maschile appaia completamente rimosso e separato dal Corpo. ...Domanda IX Se le Streghe possono operare qualche Illusione prestidigitatoria in modo che l'Organo Maschile appaia completamente rimosso e separato dal Corpo. Qui viene dichiarata la verità sulle operazioni diaboliche nei confronti dell'organo maschile. E per chiarire i fatti in questa faccenda, si chiede se le streghe possono con l'aiuto dei diavoli rimuovere veramente ed effettivamente il membro, o se lo fanno solo apparentemente per qualche fascino o illusione.

Tutto su Malleus Maleficarum