Le inenarrabili tribolazioni della poesia in tempi di barbarie

Ero reduce dall’Italia e avevo alle spalle una miriade di incontri, innumerevoli e indicibili sforzi andati a vuoto... ...Ero esausta, insofferente d’ogni minima opposizione, d’ogni ostacolo e disagio, di tutte le delusioni che le cose o le persone inevitabilmente mi avrebbero ancora riservato. Ogni inezia mi appariva come una montagna insormontabile.... ...Meno male che c’è un diario a documentare tutto questo,

Tutto su Le inenarrabili tribolazioni della poesia in tempi di barbarie